21
Lug

5 – Doppie emozioni al Rally di Schio 2018

Gara moderna e storica in successione. Stasera il via con “Monte Rosso” – 

 

Un weekend rombante e ruggente. Gli aggettivi danno la qualità del menù visto che ce n’è per tutti i gusti sommando le emozioni che potrà dare il 28° Rally Città di Schio riservato alle vetture moderne e il 4° Rally Storico dedicato alle intramontabili quattroruote. Si comincia stasera all’ora di cena: 19:18 la partenza ufficiale da piazza Rossi, 19:42 lo start della prova speciale n. 1 “Monte Rosso” di 3,02 km da Malo a Monte di Malo. Salita larga e troppo corta per marcare distacchi, buona per “sciogliere i muscoli” a motori e conduttori. Domani due giri identici in successione con “Monte di Malo” (13,71 km, start 9:59 e 14:18), “San Rocco” (7,46 km, start 10:50 e 15:09) e “Santa Caterina-Enna” (11,87 km, start 11:44 e 16:03). Tracciato insidioso, saliscendi, sottobosco, asfalto sporco, curve e tornanti che faranno selezione. Arrivo e premiazioni in piazza Rossi dalle 17:30. BIANCO & SCIESSERE.L’annunciato duello per il primato assoluto tra le Skoda Fabia di Efrem Bianco ed Eddie Sciessere ha già monopolizzato le attenzioni della vigilia, anche se altri cinque piloti con vetture R5 cercheranno di guadagnarsi il podio. In particolare Adriano Lovisetto su Peugeot 208 T16, messa in mezzo alle due rivali boeme. FEDE & ANNA. Unico equipaggio interamente femminile quello composto da Federica Lonardi e Anna Dusi, su Renault Clio di Classe A7. “Faccio parte di Lady Rally Verona – sottolinea la leonessa di Negrar – che sostiene il centro Petra contro la violenza sulle donne. Noi con le nostre gare portiamo avanti questa voce”. L’ETA’ NON CONTA. Uno se l’aspetterebbe in lizza tra gli storici. Invece Remigio Baù (classe 1946) ha scelto la disfida moderna con una Peugeot 208 di Classe Rs-Plus. Sarebbe stato il più vecchio (ma arzillo) anche nell’elenco dei Raggruppamenti, dove figurano “antichi“ Luigi Rocchetto (1951) e Giampaolo Basso (1952), entrambi su Porsche 911. INTRAMONTABILI. All’orecchio allenato degli appassionati basta un’eco lontana per anticipare il passaggio delle arzille signore: Porsche Carrera, Opel Ascona, Ford Sierra Cosworth, Alfa Romeo Gtv, Bmw M3, Fiat 131 Abarth, Renault 5 Turbo, ecc. ecc. Schio 2018 le ha rimesse in gioco e ventisei equipaggi hanno risposto all’appello. Favorite le dame di Stoccarda mentre Nereo Sbalchiero sarà al volante della Lancia Delta Integrale con cui vinse lo Schio 1991, un “déjà vu” davvero speciale.