12
Lug

2 – Schio 2018, ancora due giorni d’iscrizioni

La novità delle auto storiche, una conferma per le vetture moderne – 

 

Il tam-tam degli equipaggi che si conoscono (“noi ci siamo, voi venite?”) e la riservatezza degli organizzatori (“ancora nulla da dichiarare”). Rally di Schio 2018 abbottonato fino all’ultimo momento utile per iscriversi: ore 14 di domani, venerdì 13 luglio. Perché sabato sarà già giornata di ricognizioni autorizzate sul percorso di gara, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18, con vetture di serie e badando non solo ad osservare il codice della strada, ma a rispettare la tranquillità dei residenti. Cioè il rally deve avere un rapporto serio e il più possibile discreto con i luoghi attraversati, in quel patto di tolleranza tra territorio e sportivi a quattroruote. PROVE SPECIALI. Identica la tabella di marcia per le vetture moderne (conferma) e le auto storiche (novità). Sabato 21 luglio, l’unica prova speciale sarà quella di “Monte Rosso” lunga 3,02 km con start del primo concorrente alle 19:42. Domenica 22 luglio il programma prevede due giri identici con “Monte di Malo” (13,71 km, ore 9:59 e 14:18), “San Rocco” (7,46 km, ore 10:50 e 15:09) e “Santa Caterina-Enna” (11,87 km, ore 11:44 e 16:03). In mezzo una mezzora di assistenza nel parco per i meccanici allestito sul piazzale Pubblici Spettacoli. L’arrivo e la cerimonia di premiazione in piazza Rossi alle 17:30. VINCITORI 2016. Riproposto in versione rally day dalla scuderia P.S.G. Rally, lo Schio ottiene la firma di Eddie Sciessere in 27’32’’6 con una Renault Clio Super 1600, navigato dall’espertissimo Flavio Zanella. Sul podio Luca Veronesi (altra Clio S16) staccato di 7’’4 e Nereo Sbalchiero (Mitsubishi Lancer Evo Ix) a 20’’4. Nelle Classi, duelli nell’ordine tra le Peugeot A6 di Luca Longhi e Marco Longo divise da 2’’4, le Peugeot N2 di Andrea Scalzotto e Piergiorgio Anderloni divise da 2’’5, e in R2B ci sono 21’’9 tra la Citroen C2 di Cristian Dal Castello e la Peugeot 208 di Alessio Molaro. VINCITORI 2017. In versione rally nazionale domina Efrem Bianco su Skoda Fabia R5, Dino Lamonato alle note. Tempo totale 50’13’’8, secondo Roberto Righetti (Citroen Ds3 R5) a 45’’, terzo Alessandro Battaglin (Mitsubishi Lancer Evo Ix) a 1’06’’3. Micidiali lotte di Classe in R2B, con Michele Griso su Peugeot 208 che batte di 2’’ Massimiliano Meneghetti su Opel Adam; in N2 con Jonathan Santolini su Citroen Saxo Vts che stacca di 4’’1 Fabio Bertazzolo su Peugeot 106; in N1 dove restano in due e ha la meglio per 5’’6 Diego Pieropan su Antonio Mascanzoni, entrambi alla guida di Peugeot 106.